Beatriz Leal Riesco 

“DISSONANZE”

 

“Dissonanze ci presenta un’artista che ha raggiunto la maturità nell’esecuzione tecnica e nella capacità comunicativa delle sue opere. Formatasi nel campo della psicologia e delle arti plastiche, la produzione artistica di Roberta Maola riunisce prassi e ricerca di questa disciplina scientifica con una prolungata passione per  l’arte. Rimanendo nel solco aperto dal movimento iperrealista ed evitando l’uso delle tecniche digitali attualmente molto in voga, Maola ricorre a materiali e tecniche classiche come la matita e l’olio, avvalendosi della fotografia come strumento del suo processo creativo. Muovendosi all’interno della tendenza iperrealista, caratterizzata dal riprodurre un’immagine sulla tela nella maniera più obiettiva possibile per creare l’illusione di una realtà privata di qualunque emozione, l’obiettivo dell’artista in questo caso si amplia nell’analisi dei processi cognitivi della mente umana. Le sue opere sono frutto di una ricerca profonda e suggestiva che pone lo spettatore in una posizione scomoda e di riflessione attiva, provocandolo ed a volte disturbandolo, rompendo le sue aspettative per immergerlo in uno spazio non transitato o coscientemente rimosso per evitare i suoi effetti rivelatori (“Ritratto di un amore”, “Non tutto si ripara”). In questi giochi di lettura proposti allo spettatore affiorano ansie collettive ed individuali, che convertono le opere in specchi riflettenti e deformanti, davanti ai quali il nostro essere più profondo   si vede forzato a mostrarsi in un atto di sincerità analitica. Accompagnano alcune opere le poesie del Rockpoeta genovese Daniele Verzetti, ospite speciale che si esibirà in un suo reading in occasione del vernissage, aprendo così un nuovo spazio di dissonanze artistiche e cognitive che, amplificando la potenza generata dalle opere dell’artista, ci invitano a dialogare attraverso il linguaggio della poesia.” 

 

Beatriz Leal Riesco

Spagna Marzo 2015